l'idea più pazza del più pazzo fra gli scrittori

"Meglio Capitano della mia zattera di storie di carta che mozzo sul ponte di Achab"
SITO ANTI COPROFAGIA LETTERARIA: MERDA NON NE SCRIVO, E MENO ANCORA NE LEGGO

lunedì 5 giugno 2017

Giro sgaffo di ereZie


1 TESTE DI SCASSO
Domandina ingenua: ma quei prodi che considerano lo sfasciare e incendiare macchine di cittadini innocenti un atto di Eroica Guerriglia anziché stupidità vandalica da teppisti escrementizi, sono tutti de-automobilizzati fin dalla nascita o semplicemente parcheggiano più lontano
No, perché sarebbe divertentissimo se un giorno potessimo udire in uno di questi filmati di devastazione un urlo provenire da sotto la vile maschera nera di qualche incendiario strunz: «Noooo, cazzoooo, quella è la miaaaa!!!!»

2 FRA CAZZO DA VELLETRI
Rapper, supercuocuzzi, you(mas)tu(r)ber, e gente che considera Arte un cavallo impiccato o un dito medio di pietra: forse ogni epoca ha le star che si merita.
(A proposito: al primo IMBE faccia-da-rapper che prova a chiamarmi “FRA”, proporrò il gioco di ruolo dei fratelli biblici. Io prendo Caino.)

3 HOMO SAPIENS
In Australia, spettacolo con piloti d’aereo a volo radente in mezzo a cariche di dinamite e gasolio fatte esplodere all’uopo. Spreco di soldi, inquinamento, rumore, fuoco, fumo, orrore, paura. Una cosa talmente idiota che di sicuro prenderà piede in tutto il mondo. E migliaia di persone si mettono in viaggio per vedere una cosa simile, e farla vedere ai loro bambini. Poi uno non dovrebbe pensare che esistono cervelli di serie B, e di serie C, e di serie D…

4 IL GUERRIVENDOLO (E SIGNORA)
Zio Carota va a vendere ARMI per 110 miliardi ai simpaticoni sauditi, ma l’unica notizia di rilievo sembra essere la foto della giovine Ziacarotessa senza velo al cospetto del “suoro” di turno. 
(Peccato che poi il velo, nero, l’abbia messo in vaticano, dove ha ritenuto di doversi agghindare da vedova siciliana di fine Ottocento…) 
C’è stato pure chi ha inneggiato all’Orgoglio Femminile. Manca solo che nuova icona del femminismo diventi una donna giovanissima e bella che ha sposato un vecchio inguardabile riccone potentone, e poi lo accompagna per il mondo a vendere morte. Cioè, questa qui non è che si sia messa a dire “Ma vergognatevi, brutti cazzoni, basta con questa stupida violenza al testosterone, basta con quest’economia da assassini!”. No, si è limitata a non mettere un velo sui biondi capelli, come invece fece la “cattiva” pacifista Bonino. Vuoi mettere il coraggio?

5 RUMORI MOLESTI
Leggo che il fatto di provare un acuto fastidio per lo stridore di una posata di metallo che sfrega su altro metallo farebbe di me un misofonico, e che dovrei curare questa mia gravissima malattia mentale sottoponendomi a “terapia riabilitativa sonora associata al «counseling» (dirlo in Italiano non pareva bello, ma forse sono io che sono pure misanglofonico) associata a una terapia cognitiva comportamentale”! Cioè dovrei spendere del tempo e dei soldi per rendermi gradevole o indifferente tale fastidioso stridore. 
Ci penso un po’ e poi mi dico: ma non farei molto prima a chiedere gentilmente allo sfregatore molesto se può per favore smetterla e, se quello insiste, invece di andare io a farmi curare mandare lui a farsi inc*****?

6 FANALINI DI CODA DEL GRUPPO MAGLIA NERA
Durante le dirette del Giro d’Italia, venivano ogni tanto proposte le schede personali dei ciclisti. Una voce molto interessante era quella intitolata “passioni”. Ebbene: se il corridore era olandese, o francese, o portoghese, o sloveno, o slovacco (metteteci voi qualsiasi altra nazionalità vi possa venire in mente) sotto tale voce comparivano molto spesso parole magiche come “libri”, “romanzi”, “leggere”, “lettura”…
Se invece era italiano, prevedibile e immancabile la scritta: videogames.
C’illudiamo ancora di essere i pronipoti di Dante.
E invece siamo i figliastri tecnoglioniti di Lara Croft.

7 POVERI NOI
Curiose e impagabili le strutture fisse di pensiero di certi "intellettuali": se un farabutto teppista criminale strapregiudicato fa dei casini allo stadio, la prima cosa che dicono è che di sicuro la colpa è tutta del calcio. Se un terrorista fanatico religioso fa una strage, la prima cosa che dicono è che NON è colpa della religione (per poi lanciarsi in pezzi sociologici d’accatto sulla “povertà”, dimenticando che per esempio gli Inuit sono poverissimi ma non rompono il cazzo a nessuno).

8 ROSENGOBB FC (O “IL ROSENBORG SABAUDO”)
Ho imparato a non andare mai sui social a caldo dopo certe partite di calcio. Perché sarei costretto a leggere cose (di solito contro l’Inter e gli interisti, bersagli preferiti di bullismi e arroganze) che mi farebbero un po' dubitare dell’intelligenza di chi le scrive. Ma soprattutto, lo riconosco, sarei poi costretto a dubitare della MIA intelligenza, per le risposte che mi sentirei costretto a dare, in un gioco delle parti che mi è venuto parecchio a noia. E comunque stavolta, dopo il trionfo del Real (che non è che mi stia simpatico: tendo a chiamarlo Maial Madrid…) l’unico sfottò dovrei riservarlo a me stesso, visto che sul “Triplete” del povero ROSENGOBB, impavido Signore degli orticelli impoveriti (al punto da aver perso clamorosamente il conto delle vittorie: 33? 35? 58? ma fate un po’ voi!), ci avevo pure genialmente scommesso. Quasi quasi provo a farmi rimborsare da Muflòn…


24 commenti:

  1. Come al solito sempre grandeeee!
    Notte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stavo per dirti "benvenuta a bordo", ma poi sono andato a vedere il tuo nuovo profilo... Quindi ri-benvenuta (o benritrovata), amica mia. Ciao!

      Elimina
    2. Zio mio, il profilo è sempre lo stesso e sto ribloggando i miei post insieme a quelli nuovi, ho solo cambiato il Strega con Gingi, tanto tutti mi conoscete come la streghetta Gingi.

      Elimina
    3. il voleva essere in* la debbo smettere di scrivere senza occhiali.

      Elimina
    4. Intanto ho approfittato per rimetterti nel blogroll, che da quando Blogger me l'ha fatto sparire è sempre un cantiere aperto.
      E mi raccomando: non perderti la mia nuova pazzia, "Pazzoteca La Paz" ;-)
      Ri-ciao!

      Elimina
  2. "Tecnoglioniti" meravgliosa!!... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meravigliosamente tragica... (Anzi, qui ci sta bene il rafforzativo telecronistico romano: traggggica!)

      Elimina
  3. 1) Fanno in modo di non lasciare MAI le loro auto dove vanno a fare le loro puttanate: sono più furbi che belli.
    2) Fra' Caino????? Vabbe', si spera che le future generazioni abbiano un altro concetto di arte.
    3) Le tamarrate dove si rischia la pelle per niente hanno sempre fatto presa sulle teste matte - e la gente li guarda e dice "Ma questi non hanno maniere più costruttive per occupare la propria vita?". Tranquillo: non ce le vedo miliardate di persone un po' più, ahem, standard a sbavare dietro 'sta bischerata.
    4) Quella tipa sta solo cavalcando l'onda...
    5 ) Quindi chi non è sordo è misofonico? I suoni stridenti danno fastidio a chiunque li senta! Mi sa che questi addetti al "counseling" appartengono alla categoria dei sordi.
    6) Purtroppo è storica: gli italiani hanno SEMPRE letto molto poco, quindi il tecnoglionimento fa presa più facilmente che all'estero.
    7) To', che strano: eppure quel gioco con la palla e la religione qui da noi sono esattamente identici...
    8) Non ti preoccupare: mi sono fatto l'idea che per seguire quel gioco con la palla bisogna davvero essersi frullati il neurone solitario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiunta a 8): intendo dire, a parte le poche persone come me e te che cercano invano di cavarne un senso le poche volte che lo seguono.

      Elimina
    2. Anche senza aggiunta non mi sarei offeso: sono consapevole del fatto che la mia passione per il calcio (non nel senso di amare un bel gioco, ma di prendermela troppo come interista e antijuventino - e questo pur sapendo che da piccolo, con un cugino nerazzurro e un nonno bianconero le mie possibilità stavano 50 e 50!) è una clamorosa debolezza... :-))

      Elimina
    3. Be', insomma, tutti hanno le proprie debolezze :-)

      Elimina
  4. Caro Nicola, io per fortuna oppure per il destino vivo in un posto che di queste situazioni raramente succedono.
    Penso a coloro che con tanti sacrifici sono riusciti a acquistare una utilitaria, Poi degli incivili le la incendiano.
    Ciao e buona giornata con un abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un sorriso e un abbraccio anche a te, caro amico! :-)
      Buona settimana!

      Elimina
  5. ben detto! La first lady mi ha già disgustato a sufficienza anche se non quanto il first man!!! ciao, buona settimana!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte mi pento persino di chiamarlo Zio Carota, perché così facendo rischio di farlo sembrare un cartone animato, cioè molto più simpatico e intelligente di quanto potrà mai essere.
      Buona settimana anche a te!

      Elimina
  6. mi sembra sempre di più una giostra horror impazzita che non si vuole fermare... un saluto Zio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, quasi impossibile non mettersi a urlare: "Fatemi scendere!!!!"
      Ciao Ernest!

      Elimina
  7. Il guaio è che questo mondo proprio non si ferma. Se si fermasse solo un po' a pensare, anche solo un pochino, forse si eviterebbe di far cavolate come quella di mettere Pel di Carota alla presidenza degli USA. Ciao e, a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un filosofo disse questa cosa tremenda: che il pensiero (che noi diamo per scontato) è qualcosa che potrebbe anche "sgonfiarsi" e sparire dal mondo nel giro di un giorno.
      Forse sta per succedere... :(
      Ciao carissimo!

      Elimina
  8. Vere perle di saggezza che sottoscrivo tutte, a partire da IL GUERRIVENDOLO (E SIGNORA) ... questa sì è ipo-crisi- a.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ally.
      Un altro abbraccio immenso a Te e a Elle per quella cosa che sappiamo!

      Elimina
  9. Vere perle, sei sempre grandioso.
    Serena notte.

    RispondiElimina

Benvenuti a bordo!!
Questo blog è Nemico dichiarato di ogni censura. Ma sono costretto mio malgrado a ricordare che rimuovere insulti gratuiti, scorregge occulte o minacce vigliacche non è censura: è nettezza urbana. Voglio che qui da me vi sentiate esattamente come a casa vostra: quindi Liberi, ma non di pisciare sul pavimento, o mi toccherà pulire. :)