l'idea più pazza del più pazzo fra gli scrittori

"Meglio Capitano della mia zattera di storie di carta che mozzo sul ponte di Achab"
SITO ANTI COPROFAGIA LETTERARIA: MERDA NON NE SCRIVO, E MENO ANCORA NE LEGGO

mercoledì 8 febbraio 2017

Cari populisti patriottardi: se i “Buoni” per voi sono quelli che vi promettono catene e velenose fabbriche, o vi manderanno di nuovo a crepare al fronte, allora meritate di morire schiavi!



Stiamo attentissimi: 
per dare il via al delirio dell’Olocausto e della Seconda Guerra Mondiale bastò convincere il popolino bue che la colpa della crisi economica era tutta degli ebrei. Adesso stanno convincendo il popolino bue che è tutta colpa delle “arroganti élites liberali”, che vogliono imporre austerità invece di permettere a chiunque di comprare mutande griffate per il cocker, la minimoto al criceto e lo smerdofono anche al gatto. Ormai questa idiozia delle “arroganti élites liberali” è diventata un monolite non scomponibile: fra un po’ scriveranno “arrogantiélitesliberali”, tutto attaccato. 

E così nell’attuale scenario a proporsi come i Veri Buoni, i veri Paladini del popolo oppresso sono, per assurdo, non i socialdemocratici o i liberali di sinistra, non chi come Obama propugnava l’eresia di fornire cure mediche anche ai poveri, ma proprio i populo-fascisti come trumP, come putiN e come Le Caz (o come pene si chiama). Perché? Ad esempio perché stanzieranno vagonate di (non arroganti) soldi pubblici per dare il via a faraoniche opere di (non arrogante) lavhorror schiavistico (magari per costruire muri: non c’è come l’idea sanguinosa di “patriA” per affascinare ogni ottuso bifolco – e lo dico con tutta l’arroganza elitaria possibile). E pazienza se il loro comune grande impaccio è la Nato, un “obsoleto” Patto che PER ORA gli impedisce di riportare guerra, bombardamenti e devastazioni nel cuore dell’Europa, onde dare un bello scrollone rivitalizzante alla (non arrogante) industria bellica e quindi alla tanto amata Crescita Dei Miei Co****** (a proposito: chi crede che il buon putiN si accontenterà di rimettere in ginocchio Ucraina, Estonia, Lettonia e Lituania è pregato di riaccendere il cervello, se ce l’ha – ve li ricordate, pochi mesi fa, gli aerei da guerra russi ricacciati indietro dalle coste settentrionali dell’intero Continente?). 

Intanto, la metà imbecille degli inglesi ha preso il sopravvento sull’altra metà, e torna a sognare il perduto Impero, mentre in ogni latrina del Continente c’è un incontinente autarchico rionale che sogna di battere moneta in proprio, salvo poi il giorno dopo, se vorrà aver di che mangiare, mandare a battere... la zia.

Purtroppo, a sostenere certe inaccettabili corbellerie filoputine e filotrampaiole sono in moltissimi, anche alle nostre latitudini. (Ma ai leccapiedi finanziari di putiN va detto chiaro adesso: un giorno la Storia vi giudicherà persino più severamente di quanto non abbia giudicato chi leccò i piedi a hitleR).
Proprio come ottant’anni fa, sembra che l’intelligenza sia di nuovo vista come una grave malattia. 
Di cui noi “arroganti” siamo portatori insani. 
Possiamo quindi solo sperare in una provvidenziale, improvvisa (e del tutto improbabile) EPIDEMIA di questa nuova vecchia malattia: l’intelligenza (prima che scoprano il vaccino!!) 
Altrimenti saranno cazzi. Armati.

(Scusate se faccio la Cassandra. Ma qualcuno certe cose le deve pur dire. L’ironia è che tocchi farlo a me che sono un artista e un umorista.)


14 commenti:

  1. L'unica lezione storica che davvero funziona dice che nessuna lezione storica va oltre la generazione di chi l'ha vissuta sulla propria pelle; i figli ne sentono parlare dai genitori e dicono vabbe'; i nipoti ne sentono parlare dai nonni e dicono che i nonni sono bell'e suonati. Corsi e ricorsi storici, eh?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già: la Storia è maestra di vita, ma gli alunni stanno tutti dietro la lavagna con le orecchie d'asino, e a guardare porno sui telefonini... :(

      Elimina
    2. Porno? Magari. Sarebbero ancora quasi normali. No, passano il tempo a farsi selfie di merda, a "mipiacizzare" puttanate sui so(r)cial network e a credere alle bufale.

      Elimina
  2. Da non credere come la gente di ogni epoca si faccia sempre infinocchiare dai soliti 2/3 concetti che storicamente ci portano alla rovina e alla follia. Il problema è che dalla parte della razionalità mancano idee per superare questa globalizzazione di merda, ovvero: ci sono ma restano nicchia. Proprio su questo caro Nick, ti consiglio un film: si intitola "Domani"

    mymovies.it/film/2015/demain/

    Per il resto il post potremmo averlo scritto a quattro mani. Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Titolo segnato, grazie!
      Un grande abbraccio, amico mio.

      Elimina
  3. stranamente di Trump non mi preoccupo e sicuramente nella sua bastardaggine, aver creato un ponte con Putin, ci sarà più utile per le mire dei paesi come GB e Francia ma anche la Germania non scherza.
    Il vero valore, ciò che potrà dare la differenza, di questo presunto nazionalismo ( che in america c'è sempre stato) sarà proprio il voto francese.
    Mi permetto di dare un piccolo suggerimento, quando si legge, qui in italia, di cose riferite a Trump, noi leggiamo notizie veicolate da un certo tipo di stampa, molto newyorchesi, ma ci sono stati, che da sempre, sono esattamente come ora si manifesta l'america.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se il voto francese riuscisse a essere regolare, vincerebbe al 99% Macron, europeista e intelligente. Ma già si preparano gli hacker russi (per truccare l'esito) e di rinforzo il loro cagnolino assangE (per precondizionarlo con calunnie e rivelazioni di bassa lega che distruggano Macron).
      La doppia anima dell'America mi è nota: ma finora il suo lato oscuro aveva prodotto i Reagan e i Bush, che in confronto a trumP ci fanno la figura di grandi statisti (il che è tutto dire...)

      Elimina
    2. Proprio perché il trumparo è così idiota sono certo che sia un pericolo del tutto marginale. In pochi giorni di insediamento ufficiale è riuscito a mettersi contro:
      - tutti gli americani dalla pelle non proprio bianca;
      - tutte le donne, qualunque sia il loro colore di pelle;
      - la quasi totalità delle industrie della Silicon Valley, il che è dieci volte peggio delle due categorie precedenti messe insieme, perché quelle industrie sono l'ossatura dell'economia di laggiù.
      In ogni caso, il trumparo incarna in pieno l'ideologia americana, che è sempre stata così ma fino a Obomba era stata sempre mascherata dietro un sorriso a trentadue denti.

      Elimina
  4. Penso che nella Storia abbia sempre vissuto grani arretramenti, seguiti da altri di avanzamenti ... i corsi e ricorsi storici, come ci hanno insegnato a scuola. Non seguo molto la politica in questo ultimo episodio, disgustato da quei leader che negli ultimi anni non hanno entusiasmato, hanno cercato compromessi al ribasso, moderatismi, e via di questo passo. L'estrema destra, che vince o vincerà, ha per questo guadagnato punti, e attualmente non so distinguere chi sia il peggio ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, anche sul livellamento in basso. Per esempio, uno dei motivi che mi fanno odiare la politica, e pensare di decidere che non voterò mai più, è il fatto che qualsiasi candidato, di destra, centro o sinistra, deve innanzitutto dimostrarsi un campione di normalozzità, votabile dalle bestie conformiste. Se si insinua che è disonesto, non frega un cazzo a nessuno. Se si insinua che è bisessuale, è la sua fine. Quindi, che votino pure i loro stupidi capobranco. E che buon pro gli faccia. Io mi tiro fuori.

      Elimina
  5. L'ultima copia della rivista Internazionale ha messo in copertina il faccione di Trump con il titolo l'era della rabbia. Perché è questo che stiamo vivendo, i problemi dei paesi sembrano trarre origine solamente da chi sa peggio dagli emarginai, dai migranti. Siamo ad un punto della Storia in cui i poveri, e non solo, votano un magnate miliardario che si è arricchito sulle crisi per risolvere i problemi del paese. Credo che sia fondamentale andare a leggere le notizie americane anche direttamente alla fonte ciò che sta succedendo negli Stati Uniti è quasi esilarante se non fosse pericoloso, ieri hanno vietato di parlare ad una persona con un voto democratico... Trump vuole vietare l'ingresso di persone dai paese pericolosi però nell'elenco stranamente ha lasciato fuori quelli in cui lui ha degli interessi economici.
    Il tunnel è sempre più buio non solo peri colpa dei politici ma anche e soprattutto di chi li vota o non vota.
    un saluto Zio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verrebbe da dire che in questa epoca stupida e oscura anche i poveri stanno diventando brutta gente: un tempo aspiravano a un minimo di giustizia e dignità, a un posto dove stare in pace e ad avere abbastanza da mangiare. Adesso ammirano miliardari cinici e schifosi perché covano l'assurdo sogno di diventare come loro...
      Ciao!

      Elimina
  6. Quando penso a trump mi vengono in mente le centrali nucleari (nel loro essere delle potenziali armi catastrofiche non nella loro possibile utilità ovviamente), che possono esistere quasi ovunque tranne che in Italia poichè tra corruzione e malaffare ne rimarremmo seppelliti.
    Credo che i danni che potrà fare questo uomo ridicolo siano limitati da quella parte "buona" che c'è negli USA e lo dimostra il blocco della legge anti immigrazione musulmana e le proteste di massa.
    In Italia sarebbero passati tanti presidenti e tanti anni prima che questa legge fosse dichiarata anticostituzionale e non tre giorni come negli USA, d'altra parte continuiamo a pagare ancora oggi i danni fatti dal "nostro piccolo trump" col benestare di tutti i nostri politici, nessuno escluso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, penso anch'io che negli Stati Uniti vi siano molti anticorpi, e che Zio Carota di per sé potrebbe finire col far meno danni di quanto non si tema. Il vero pericolo, per un'Europa disunita e con putiN là fuori con la bava alla bocca, lo rappresentano semmai la sua vocazione antieuropea e il suo fastidio per la Nato.

      Elimina

Benvenuti a bordo!!
Questo blog è Nemico dichiarato di ogni censura. Ma sono costretto mio malgrado a ricordare che rimuovere insulti gratuiti, scorregge occulte o minacce vigliacche non è censura: è nettezza urbana. Voglio che qui da me vi sentiate esattamente come a casa vostra: quindi Liberi, ma non di pisciare sul pavimento, o mi toccherà pulire. :)